alefanti

parole allo specchio

D’altri

Leave a comment

Con la testa inclinata
leggo le poesie in salita
potrà questo rallentamento delle sillabe
fare me più accorta e la fatica più lucida?
Riconosco finalmente il lavorio del poeta vero
che fa sapendo ciò che fa.
Il rotolare verso la fine della discesa
solleva polvere che si attacca agli occhi
e sporca le mani: questo accade se scrivo io
pigra pigolatrice di versini facili.
Forse è poesia solo quando è altrui.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s