alefanti

parole allo specchio

OCCHI

Leave a comment

Nel luogo del sogno soggiorno a lungo ormai
dove dipingo e faccio vero quello che voglio
e vedo nei giardini del desiderio e dell’incanto

Mi annoia la caserma grigia in cui abitate
e il passo della vostra marcia mi tormenta
perché non c’è canzone a farne danza

Non so quanta fatica costi tenere gli occhi bassi
come da sempre fate, i miei hanno ali accese
il vento li cattura e li sospinge a prospettive dolci

Migrano tra le stagioni ubriachi di mille fioriture
E di tornare ai vostri tristi lidi non hanno voglia
Finirà il tempo senza che io mi accorga dell’oscuro

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s