alefanti

parole allo specchio

Ieri

Leave a comment

E non c’è più
di cui sia certa
altro che ieri.
È stato – son sicura –
anche se a raccontarlo mi confondo
con quel che prima ancora accadde
o magari soltanto sognato invano aspetto.
I dettagli stanno come conchiglie
cadute dalla tasca
troppo piccola per questa passeggiata
che tra l’andare e il venire
l’ha presa il sonno
e s’è sdraiata immemore.
Volevo far poesia – dicevano
ma era lei che voleva di me
fare un bel prato.
Fiorirmi voleva
mentre fuori gelava il canto dei già morti.
Inconsapevoli galleggiamo
sulla lava dei cuori infranti.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s