alefanti

parole allo specchio

Riflessioni

Leave a comment

Spegnersi e riaccendersi.
Anche stanchi sappiamo farlo e disfarlo.
Le mani in mano tocchiamo lo specchio
esperimenti eleganti
giochiamo e il rito prosegue
– le carte sono sempre false –
le azioni e non azioni si seguono vicine
qualche volta si muore come un desiderio
qualche altra un frammento minimo soddisfa
dà ossigeno e acqua
ci si inchina o inginocchia nel sogno
si strappa un gemito
ed è una vittoria inebriante.
Cio che appaga non ha riflessi sonori
fa la bocca di pesce
ne inventa i sorrisi sotto il velo che separa i due mondi.
A cent’anni saprò per certo d’aver fatto una scelta inutile.
Le parole – poverine – non avranno che sconfitte da raccontare.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s