alefanti

parole allo specchio

ASTRI LOCOMOTORI

Leave a comment

 

Quali scintille nel tempo dedicato al lavoro di giunzione si fanno stelle permanenti?

Le coordinate siderali lungo i sentieri della linfa hanno fili dorati

l’inchiostro per la mappa è il sangue?

Non c’è metodo per la ricerca eppure è lì che il cardine unisce

lasciando un ampio margine alla rotazione

ginocchi impossibili senza cartilagini muovono i nodi della nuova anatomia

da qualche parte il desiderio si aggancia

da qualche parte la voglia di morire ha sbagliato punto e non sa fare il suo lavoro

da qualche parte la gioia e il suo trillo di sveglia disturba

una diagnosi le tue macchine celesti e i loro tubi riflettenti non la sanno fare

hai perso e lo sai

mentre io li sento tutti i miei punti di giunzione

cantano o stridono nascosti e potenti

scrivono storie per il domani con i loro sbadigli luminosi

la loro pulsazione a bassa frequenza

richiede un tipo particolare di silenzio per essere riconosciuta

il silenzio del fastidio

quello dello strazio

della noia

del non sapere come la lingua si muove e dove batte o si poggia per dire.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s